Il cavallo

Ippoterapia AgriCampo onlus RomaLe sue dimensioni fisiche e la sua bellezza lo fanno centro di ammirazione, tanto che la sua presenza suscita rispetto e stupore.
Il cavallo è un’animale che instaura un rapporto empatico con la persona con cui si relaziona, attivando un approccio selettivo a seconda dell’individuo, inoltre porta il soggetto a svolgere un lavoro psicomotorio attraverso i movimenti che è costretto a fare quando lo si monta.
L’animale dimostra una curiosità ed una costante partecipazione attentiva a tutti gli stimoli esterni, provocando per emulazione la stessa condizione anche nella persona coinvolta nell’attività di ippoterapia.
Il cavallo animale fortemente simbolico, è da sempre oggetto nell’immaginario collettivo di fantasie che hanno a che vedere con il “Sé grandioso” in quanto rispecchia da sempre i concetti di forza, bellezza, generosità e libertà. Ai movimenti precisi ed alla naturale disponibilità si mescola anche un “che” di selvaggio e di istintivo, che impone rispetto ed una qual riverenza.
L’interazione reale implica, inevitabilmente, il passaggio dall’immaginario al concreto, cioè all’animale con la sua corporeità, le sue reazioni, i suoi ritmi e le sue necessità. Si instaura così un complesso rapporto ambivalente, alternando fusione e separazione, onnipotenza e frustrazione, gioia e delusione, contribuendo così a instaurare senso di fiducia e di sicurezza e sviluppando autostima.
Il cavallo, rispetto ad altri animali utilizzati per la Pet-Therapy, permette di far effettuare una serie di movimenti complessi, utilizzati (attivamente o passivamente) per gli esercizi psicomotori di coordinamento globale dello schema corporeo.